LAB81® Multidisciplinary Creative Studio

THE (NEW) SET – Ispirata alle esigenze dell’uomo moderno. Il Fashion Show Ermenegildo Zegna XXX Estate 2022 a cura del Direttore artistico Alessandro Sartori.

I protagonisti passano da un mondo all’altro attraverso “degli squarci nel tessuto dell’universo” esplorando le parti subconscie cercano di fuggire alla casualità degli eventi che sembra spingerli verso un terribile ed inesorabile futuro. Infine si ritroveranno ad andare avanti nel tempo confrontandosi su diversi livelli sensoriali per rirovare la strada della liberazione in un futuro positivo.

Il labirinto notturno è un luogo sospeso che lega i nostri personaggi in uno spazio atemporale come sfocato e privo di contatto, un luogo di attesa prima di una vera Re-Action.

Si renderanno presto conto di aver inavvertitamente varcato la soglia di un labirinto che metaforicamente ci parla del nostro periodo storico.

Addentrarsi in esso significa infatti intraprendere un percorso ignoto e privo di indicazioni che permettono di orientarsi. I nostri personaggi non cedono però al senso di disorientamento: invece di apparire smarriti, si abbandonano ai corridoi di siepi, perdendosi e ritrovandosi, rincorrendosi in un gioco di specchi che sembra susseguirsi all’infinito.

E’ notte. I modelli proseguono inarrestabili.
Affrontano con pazienza l’intrico di corridoi ciechi alla ricerca di una via d’uscita nel labirinto, si addentrano nella selva oscura della propria anima esplorando i lati oscuri del proprio inconscio, sopra di loro si apre un cielo stellato dove le stelle cadenti illuminano il loro percorso. Vincono la paura dell’ignoto e riemergono dal loro tortuoso percorso come rinati.

La notte e’ finita ed il buio ha lasciato spazio alla luce di un nuovo giorno.

L’alba diventa familiare e riscalda il giorno, simbolo di ottimismo e di una ritrovata armonia.

Li vediamo mano a mano uscire dal labirinto felici di viversi insieme questa rinascita.

Da qui inizia un parallelismo raccontato in montaggio alternato di labirinto diurno e città. I modelli iniziano uno ad uno o a gruppi a trovare l’uscita verso la città che rappresenta un futuro di liberazione.

Ecco che in questo nuovo contesto, scorgiamo i personaggi in diverse situazioni liberatorie dove finalmente possono sentirsi svuotati dal vuoto emotivo che li appensativa.

Nel culmine di questo momento liberatorio li ritroviamo finalmente riuniti in una condivisione reale di un momento ideale dove il contatto umano è il collante dell’armonia e della libertà per guardare il futuro in modo positivo.

Un’inno alla gioia di vivere, felici di essersi ritrovati.

Li vediamo ora seduti a godersi lo spettacolo in un cinema all’aperto mentre osservano loro stessi in qualche modo cambiati e rigenerati.

Credits

ART DIRECTOR
Alessandro Sartori
STYLING
Julie Ragolia
DIRECTOR
Mattia Benetti
DOP
Nicola Ciavarelli
ASSISTANT DIRECTOR
Alessandro Pinferetti
2nd ASSISTANT DIRECTOR
Ines Fravezzi
POST-PRODUCTION
Lab81
DRONE
Heli.vr
EXECUTIVE PRODUCER
4friendsfilm
EDITING
Cecilia Falsone
SET DESIGN
Maurizio Kovacs
COLORIST
Anna Visigalli
SERVICE
Movie People

  • Post-production
  • CGI